Probiotici per il benessere dell'intestino

Probiotici per l'intestino

Probiotici per il benessere dell'intestino

Per parlare di probiotici, prima è importante parlare di microflora intestinale. Chiamata anche microbiota o gut-microbiota, è un ecosistema eterogeneo, complesso e variabile di microrganismi che risiedono nel nostro intestino.

1500 g: è il suo peso in un individuo sano di altezza e peso medio.

300-500: è il numero di specie batteriche che la costituiscono.

I microrganismi che costituiscono la microflora intestinale interagiscono continuamente tra di loro e con l’ambiente circostante. Per la maggior parte si tratta di “batteri buoni” (come i Lactobacilli ed i Bifidobacteria) e quindi in grado di portare beneficio al nostro organismo. Seppur in minoranza, ve ne sono però degli altri (come i Clostridia) che sono invece “batteri cattivi”, quindi potenzialmente dannosi per l’organismo. 

Come in una battaglia, per il benessere del nostro intestino, ma non solo, è importante che i “buoni” vincano sempre sui “cattivi”, che siano quindi i più forti ed i più numerosi. In altre parole, è importante che la microflora intestinale sia in equilibrio e che i “batteri buoni” prevalgano sempre sui “batteri cattivi”. Questo però non è sempre facile e si possono spesso presentare situazioni che compromettono questo delicato, ma importante equilibrio:  l’insufficiente apporto con la dieta di cibi ricchi in fibra alimentare ed in vitamine, le turbe intestinali, i disordini dovuti alle intolleranze alimentari, le situazioni di stress, i soggiorni nei paesi tropicali dove le condizioni igienico-sanitarie non sono ottimali… possono essere la causa di un’alterazione della microflora intestinale.

04/11/2013
Share: