ERBORISTERIA DOMANI - MORINGA: L'ALBERO DELLA SALUTE

Moringa

ERBORISTERIA DOMANI - MORINGA: L'ALBERO DELLA SALUTE

Rassegna Stampa: Erboristeria Domani - Gennaio-Febbraio 2017

La prima novità che Specchiasol propone nel 2017 è un integratore alimentare a base di semi e foglie di Moringa oleifera: una preziosa risorsa alimentare, che si sta rivelando la fonte di una serie di interessanti azioni salutistiche. E che forse potrebbe essere coltivata anche in Italia. È una specie nativa delle pendici dell’Himalaya. È a partire da quelle regioni che si è diffusa nelle zone subtropicali e tropicali di tutto il mondo, dove la si può incontrare allo stato selvatico, ma oggi è più spesso coltivata per il suo decisivo ruolo alimentare.

“Sono proprio le coltivazioni che ho visto alle Isole Hawai che mi hanno spinto ad interessarmi alla Moringa oleifera e a scoprirne il valore” ci dice il dr. Giuseppe Ricchiuto, presidente del Gruppo Specchiasol, quando gli chiediamo come ha scoperto questa pianta, che costituisce la prima novità proposta nel 2017 dall’industria erboristica veronese. Moringa oleifera è infatti oggetto di molti studi agronomici e nutrizionali di enti e organismi governativi, anche negli Stati Uniti. La specie, tradizionalmente utilizzata da molte popolazioni, è molto performante come fonte alimentare. 

È una specie arborea, capace di adattarsi a situazioni climatiche e ambientali molto avverse (vive su terreni aridi, anche molto acidi, sopravvivendo a lunghi periodi di siccità). “L’accrescimento rapido, e il fatto che si possono utilizzare le ramificazioni fogliari, la rendono in grado di produrre velocemente importanti quantità di prodotto alimentare. Inoltre, la composizione delle foglie, che vengono consumate anche fresche, e delle farine che se ne possono ricavare quando sono essiccate, è ricca di nutrienti pregiati, complementi preziosi di molte diete nelle regioni dove viene normalmente consumata: oligoementi e minerali, e una vasta gamma di proteine che ne fanno appunto un alimento non solo ricco di calorie, ma anche proteico” prosegue il dr. Ricchiuto. “Anche i semi hanno caratteristiche molto originali, che hanno contribuito all’appellativo di “albero dei miracoli” con il quale è nota la Moringa. Ad esempio, la sansa ricavata dalla loro spremitura è ricca di proteine cationiche che ne supportano la funzione di potabilizzazione delle acque, un’azione molto importante in diverse situazioni difficili”. 

Quali sono le caratteristiche importanti di questa pianta sotto il profilo erboristico?
“Come dicevamo, le foglie e i semi di Moringa oleifera sono particolaramente interessanti per il profilo proteico. Ma sono anche ricchi di calcio, ferro, potassio, vitamine (particolarmente C ed E) e composti antiossidanti: flavonoidi e acidi fenolici. Inoltre presentano altre categorie di principi funzionali come ad esempio glucosinolati, isotiocianati e saponine dai quali derivano diverse proprietà evidenziate dalla letteratura scientifica internazionale. La Moringa risulta quindi utile per l’equilibrio del peso corporeo, ma non solo, agisce sul metabolismo dei lipidi e sulla funzione digestiva. Regola inoltre il processo di sudorazione e normalizza la circolazione del sangue. Il suo consumo regolare si mostra particolarmente efficace nel controllo del peso corporeo, in abbinamento a spiccate azioni antiossidanti, ipoglicemiche e ipolipidemiche, e anche epatoprotettive. Penso assumerà una significativa importanza anche come immunostimolante”. 

Può essere assunto con continuità, per molto tempo, o il suo utilizzo è da raccomandare per trattamenti limitati nel tempo?
“Tradizionalmente le foglie e i semi fanno parte della dieta quotidiana di molte popolazioni, consumate in toto e fresche; non ci sono quindi controindicazioni ad un uso prolungato nel tempo, che si dimostra utile per permetterle di esplicare le proprietà salutistiche che abbiamo ricordato. L’assunzione della radice e della corteccia invece deve essere controllata”. 

Il vostro nuovo prodotto è un integratore alimentare costituito da compresse di semi e foglie. È difficile reperire questo prodotto con i requisiti richiesti di qualità e purezza? 
“Sì, produciamo compresse con i semi e le foglie in polvere, e naturalmente monitoriamo in ingresso la purezza e la qualità del prodotto utilizzando il nostro laboratorio di microbiologia e analisi HPLC. Moringa è una specie che deve essere accuratamente controllata. Solo i produttori che superano determinati test vengono selezionati. Ma anche per questo abbiamo avviato una coltivazione pilota nella nostra azienda agricola San Demetrio a Specchia, in Puglia. Abbiamo già ottenuto un primo raccolto, e stiamo valutando con interesse questa possibiiltà”. 

Questo nuovo integratore può essere abbinato ad altre vostre linee e specialità?
“Certamente, per il controllo del peso e lipidi ematici può essere utilizzato con successo in abbinamento a Nocolest; per il sostegno al sistema immunitario si associa a Ferzym. E per la riduzione del tasso glicemico, può sostenere l’azione di Carbolimit”

26/02/2017
Share: