Equilibrio della microflora intestinale

Probiotici per l'intestino

Equilibrio della microflora intestinale

Cosa succede quando l'equilibrio della microflora intestinale viene meno? Possono comparire vari disturbi intestinali: stitichezza, diarrea, flatulenza, dolore addominale… La microflora intestinale svolge infatti una azione di barriera e compete con i patogeni che invadono il nostro intestino. Ma non solo… Uno squilibrio della microflora intestinale può avere conseguenze negative anche sulle nostre difese organiche. Il 70% delle cellule del sistema immunitario si trova infatti nel nostro intestino, in “comunicazione diretta” con la microflora.

Che cosa si può fare per favorire l’equilibrio della microflora intestinale? E’ qui che “entrano in gioco” i probiotici: microrganismi che sono in grado, quando ingeriti in quantità sufficienti, di esercitare funzioni benefiche per l’uomo. Quindi, per favorire l’equilibrio della microflora intestinale è importante assumere probiotici, più comunemente detti fermenti lattici. E’ tuttavia importante che i probiotici riescano a raggiungere l’intestino, ad aderire alla mucosa intestinale e a replicarsi, al fine di ricolonizzarlo e quindi ripristinare l’equilibrio perduto.

05/11/2013
Share: