Alimentazione equilibrata per proteggere il cuore

Alimentazione equilibrata

Alimentazione equilibrata per proteggere il cuore

Gli squilibri alimentari (eccesso di grassi, di zuccheri e di alcol), un’errata distribuzione degli apporti durante la giornata (prima colazione insufficiente o assente) e un’alimentazione spesso carente di certi nutrienti (fibre, vitamine, minerali e oligoelementi) favoriscono, nel lungo periodo, l’insorgenza o l’aggravarsi di malattie (patologie cardiovascolari, obesità, diabete tipo 2… ).

Gli alimenti sono classificati nei seguenti gruppi :

1. Cereali e derivati (non raffinati): carboidrati complessi a lenta assimilazione (amido), proteine vegetali, fibre, vitamina B.

2. Frutta e verdura: minerali, vitamina C, carotenoidi, fitocomposti e fibre.

3. Grassi: (burro, margarina, olio): lipidi, vitamine A, D ed E.

4. Latte e latticini: proteine animali, calcio, vitamina A, vitamina B12.

5. Carni bianche e pesce: proteine animali, ferro, vitamine del gruppo B.

6. Legumi: proteine vegetali, minerali, fibre.

7. Patate: amido

8. Uova: proteine animali, vitamina A, vitamine del gruppo B

9. Dolci: zuccheri di rapido assorbimento, grassi.

10. Carni rosse: proteine animali, ferro, vitamine del gruppo B

Infine, da non trascurare, l’acqua!

Questi 10  gruppi possono essere rappresentati graficamente nella Piramide Alimentare. Questa si sviluppa su dieci gradini: nei quattro gradini più in basso sono riportati i gruppi (1-4) da consumare ogni giorno, e, man mano si sale (da 5 a 10) sono indicati i gruppi da consumare meno frequentemente (nel corso della settimana).

Nessun alimento o gruppo di alimenti è in grado da solo di garantire un equilibrio perfetto: è variando l’alimentazione che si hanno le maggiori probabilità di ottenerlo. Quindi, è importante mangiare vario, ma in modo oculato per non accumulare inutili eccessi.

14/10/2013
Share: